ISTRUTTORI

VALENTINA SCAVONE

Valentina nasce il 3/08/1987.

Anche lei come il fratello cresce con la passione e l’interesse per il pugilato trasmessole dal padre.

Vale

Proprio grazie al padre comincia con i primi rudimenti pugilistici, per poi dedicarsi allo Street Fighting a partire dal 2002, entrando nell’Accademia del Maestro Macrelli di Rimini.

Raggiunge livelli elevatissimi nello studio in particolare delle armi (Balisong e Nunchaku in particolare, arrivando addirittura a codificare nuovi movimenti nel doppio),  e del trapping.

Presto decide di concentrarsi nello striking, nel pugilato con il padre Luigi e nella Kick Boxing-K1 con il Maestro Macrelli.

Per quest’ultimo esordisce in un torneo di semi-sanda a Pisa, vincendolo. Passata alla kick boxing vince al primo incontro, dopo aver impressionato tutti e costretto l’avversaria al ritiro a seguito di una impressionante scarica di braccia.

Da ricordare tra le tante anche il passaggio al K1 dove vince subito ai punti in un importante galà, sino a giungere al prestigioso trionfo nella Coppa del Mondo KL.

Ma l’amore più grande per Valentina rimane il pugilato e così, pur continuando la collaborazione con Macrelli, si dedica col padre al perfezionamento della disciplina.

Sempre seguita da Luigi si allenerà con il famoso Elio Ghelfi il quale, a distanza di tanti anni, ricorderà dell’impresa del padre contro il suo miglior pugile Franco Canini.

Con l’ex campione del mondo Valerio Nati, anch’egli vecchio amico ed ex compagno di allenamento di Luigi, e incrocerà più volte i guanti con la campionessa del mondo Simona Galassi.

Durante questo periodo inanella una serie di impressionanti prestazioni, nonostante un problema fisico che ne mina la mobilità, come il pareggio con la vice-campionessa italiana e atleta della nazionale Elisa Cumini, o l’impressionante vittoria sulla campionessa regionale laziale in quel di Pescara.

E sempre a Pescara nel 2011, nonostante il problema fisico ne minasse oramai tremendamente la mobilità tanto da farla pensare ad una sospensione dell’attività, Valentina tocca l’apice della sfolgorante carriera.

Nella città abruzzese infatti Valentina, stringendo i denti e soffrendo per una situazione oramai difficilissima, trionfa nel Torneo Nazionale FPI.

Dopo un periodo di riposo Valentina, non riuscendo più a boxare come voleva, decide di dedicarsi per un breve periodo di tempo alla lotta, e in particolare al grappling, suo vecchio interessa ai tempi dello Street Fighting.

In pochi mesi compie un ulteriore impresa, cominciando ad allenarsi pochi mesi prima degli Assoluti Italiani KL, e arrivando a vincerli con impressionanti performance fatte di tecnica e forza.

Mettendo in mostra una grande capacità tecnica e di postura, oltre che di take down e resistenza al dolore e alla fatica. Questa in particolare ereditata dalla precedente carriera nello striking.

Ad oggi è Istruttrice presso la Free Fighting Academy e tiene lezioni private in particolare di stampo pugilistico.

 

 

 

LUIGI SCAVONE

 

Luigi Scavone nasce a Potenza il 31/07/52.

La sua carriera sportiva comincia in Francia, quando all’età di 22 anni si dedica al pugilato sotto l’occhio vigile dell’ex campione d’Europa Pasteur.

LuigiLuigiLuigi Scavone

Luigi ben presto brucia le tappe e, dopo due soli incontri, viene portato a Parigi. Nella capitale partecipa al torneo della regione parigina, di richiamo nazionale, dove perde solo ai punti dal campione algerino in carica.

 

Tornato in Italia per motivi di lavoro, entra nella scuderia Edera Forlì e, sotto la guida del maestro Rossi, forma ben presto un trio di caratura internazionale con Valerio Nati e Primo Bandini, futuri campioni del mondo e d’Europa.

 

Ancora sconosciuto in Italia, presto si rende noto con prestazioni fuori dal comune.

La vittoria contro il campione regionale toscano in carica, e, da ricordare, le vittorie contro diversi pugili della scuderia di Elio Ghelfi.

In particolare l’incontro vinto per k.o. tecnico alla seconda ripresa contro un peso welter, di due categorie superiori alla sua, e il pareggio fuori casa (e molto discusso) contro Franco Canini, a Rimini, anch’egli pugile di punta del gruppo riminese.

 

Al momento di passare professionista insieme all’amico Valerio Nati, Luigi è costretto al ritiro da importanti problemi familiari.

 

Dopo anni di inattività, Luigi ricomincia a muoversi nel suo vecchio ambiente grazie al figlio adolescente al quale fa da primo istruttore di pugilato.

 

Nel Gennaio del 2000 si iscrive, proprio insieme al figlio, all’Accademia di Arti Marziali del Maestro Macrelli di Rimini.

 

Quì condivide lo stesso percorso del figlio, dedicandosi in particolare allo studio di tecniche di Street Fighting e MMA, contribuendo di ritorno con la sua esperienza pugilistica.

 

Presto farà la conoscenza dei più grandi istruttori al mondo come Ron Balicki e Bob Breen, presso i quali sosterrà stage internazionali.

 

Iscrittosi anch’egli al C.I.S. (Corso di formazione per istruttori), lo frequenta per 5 anni diplomandosi con massimo risultato.

 

Aperta una scuola a Forlì si dedica all’insegnamento, insieme al figlio Davide, di tutti i settori.

Lezioni di gruppo e private.

Dalla Kick Boxe all’MMA passando per tecniche di strada, la sua esperienza risulterà poi fondamentale e indispensabile in particolare nel lavoro pugilistico specifico.

 

 

DAVIDE SCAVONE

 

Davide nasce a Forlimpopoli il 26/05/83 e sin da piccolo si dimostra attratto dal mondo marziale.

I primi pugni li tira grazie al padre, ex pugile di livello, suo primo maestro.

Nel Gennaio del 2000 entra per la prima volta nell’ Accademia Marziale del Maestro Roberto Macrelli dove si dedica alla disciplina dello Street Fighting,

divenendo esperto di Kick e Thai boxing, MMA e tecniche di combattimento da strada.Davide Scavone - Campione Italiano MMA 66 Kg

Nell’Ottobre del 2003 si iscrive al Corso di formazione per istruttori, che lo impegnerà per 5  anni portandolo ad allenarsi e a sostenere stage con alcune delle più grandi personalità del  mondo come Bob Breen e Ron Balicki.

Diplomatosi istruttore, negli ultimi anni si divide tra il costante allenamento ed  aggiornamento personale, mediante stage con alcune figure di spicco dell’MMA Europeo e  mondiale come Fabricio Nascimento, e l’insegnamento nella scuola di Forlì, dove avvia  corsi di Pugilato, Kick e Thai boxing, MMA e Street Fighting- Jeet Kune Do.

Nel 2012 apre una parentesi agonistica nel suo curriculum, affrontando in un vero e  proprio tour de force decine di incontri di Kick Boxing, K1 Grappling ed MMA in pochi mesi,  incredibilmente vincendoli tutti.

A maggio 2013, qualificatosi per le finali del titolo italiano sia di Kick boxing che di MMA,  decide di concentrarsi su quest’ultima, portando a casa la cintura di Campione Italiano di categoria.